COPPA ITALIA: Vittoria di proporzioni storiche

Che la qualificazione agli ottavi di finale non fosse in dubbio era una quasi certezza già prima dell’inizio della gara contro il San Tommaso: lo diceva il risultato dell’andata (vittoria esterna per 3-1), la differenza di categoria (con i rossoneri di Avellino per altro primi nel girone C di Promozione), la formazione rimaneggiata (appena cinque calciatori confermati per il San Tommaso, rispetto alla già “giovane” squadra scesa in campo all’andata); ma che la gara sarebbe diventata un momento storico per la storia del calcio nolano, nessuno poteva pronosticarlo.

Anche perché mister Liquidato ricorreva anch’egli ad un ampio turn over, confermando, rispetto alla gara di domenica scorsa contro l’Agropoli, appena 4 titolari, uno per ruolo: il portiere Avino, il difensore Lenci (per altro impiegato a centrocampo) e l’attaccante Zaccaro. Spazio, quindi. a chi finora è stato meno impiegato tra campionato e coppa: Alfieri schierato terzino destro, coppia centrale Mocerino – Cossentino (quest’ultimo alla seconda gara in tre giorni dopo la partita di campionato Juniores di lunedì), Saviano nuovamente schierato terzino sinistro.

Dopo appena 20 minuti, però, i sentori di un risultato storico: risultato già sul 6-0 e qualificazione in archivio, con i giovani di Iannuzzi, completamente inermi di fronte agli uomini di Liquidato. A fine primo tempo il risultato recita Nola 12, San Tommaso 0. Nel secondo tempo girandola di sostituzioni per entrambi i tecnici: da segnalare soprattutto l’esordio del terzo portiere Esposito, che sostituiva in panchina l’infortunato Vacchiano. La partita finiva senza che il direttore di gara (una donna: anche questo un inedito per la storia del Nola; finora era capitato che un’assistente di linea appartenesse al gentil sesso) assegnasse alcun minuto di recupero né nella prima né nella seconda frazione (altro dato notevole) con il punteggio di 20-0: si tratta della più larga vittoria in gare ufficiali nella storia del Nola e la gara con il più numero di gol messi a segno.

Gli uomini di Liquidato volano così agli ottavi, dove tra due settimane troveranno il Sorrento (formazione già affrontata nella quarta giornata di campionato) che ha eliminato nel doppio confronto il Castel San Giorgio.

S.S. NOLA 1925: Avino (20′ st Esposito G.), Alfieri, Saviano, Lenci, Cossentino, Mocerino, Magaddino (30′ pt Cafarelli), Vaccaro, Zaccaro (1′ st Colonna), Ferraro (1′ st Falanga), Tagliamonte. ALLENATORE: Liquidato.

SAN TOMMASO: Russo, Tropeano, Montuori, Staruino, Preziosi, Renna, Coluccino, Andolfo, Selutto, Areniello, Statuto A DISPOSIZIONE: Della Rocca, Vinciguerra, Di Guglielmo, Casanova. ALLENATORE: Iannuzzi.

MARCATORI: Magaddino, Zaccaro, Zaccaro, Zaccaro, Zaccaro, Tagliamonte, Magaddino, Zaccaro, Tagliamonte, Ferraro, Vaccaro (rig.), Vaccaro, Zaccaro, Colonna, Cafarelli, Lenci, Colonna, Cafarelli, Vaccaro, Falanga, Cafarelli