Tre punti lasciati a Cervinara. Nola punito oltremodo! Adesso Basta!

Il Nola cade nella seconda trasferta consecutiva, stavolta esulta l’Audax ma i ragazzi di mister Liquidato pagano a caro prezzo un regalo del sig. Russo di Salerno al 50′ del secondo tempo. Dopo le trasferte di Solofra e Sorrento ancora una volta la sconfitta non passa per i meriti degli avversari ma per decisioni arbitrali che pesano come macigni. Al Nola mancano un bel pò di punti e se contiamo anche la partita casalinga vinta a fatica contro un Faiano rimasto a galla solo e sempre grazie a delle discutibilissime decisioni arbitrali quest’anno il primo avversario dei bianconeri è solo ed unicamente uno.

Primo tempo letteralmente dominiato dai bianconeri che passano in vantaggio al 19′ con Zaccaro che al volo incrocia e supera il portiere ospite. Il Nola sfiora più volte il raddoppio i padroni di casa si affidano a lanci lunghi e ripartenze però allo scadere trovano il pari grazie ad un colpo di testa di Colarusso lasciato solo in area sugli sviluppi di un corner.

Nella ripresa la gara è una girandola di emozioni il Nola non rischia ma l’arbitraggio a senso unico e oltremodo superficiale danno ai padroni di casa quella spinta in più; al 18′ passano in vantaggio con Zerrillo ben servito che supera Avino. Il Nola reagisce e spinge sull’acceleratore i padroni di casa non hanno idee e difendono alla rinfusa infatti al 25′ una frettolosa chiusura di Ciampi che mette il pallone nella propria porta permette al Nola di pareggiare. Il Nola ci prova, ma viene fermato sistematicamente da continui e ripetuti fischi in una sola direzione. Al 28′ ancora i padroni di casa a sfruttare un buco difensivo trovano il tris con Zerrillo che si infila in area e supera Avino. Il Nola è vivo, reagisce ai colpi subiti e lotta fino a trovare il meritatissimo pareggio al 39′ con Colonna che sfrutta una respinta della traversa, su palla colpita di testa da Zaccaro, e trova il pari. Mancano pochi minuti al finale ma il Nola ci crede e non corre pericoli, siamo in pieno recupero al 50′ quando una palla lanciata lontano dal Cervinara viene spazzata di testa in area da Schioppa, vicino al difensore nolano, astutamente e platealmente Zerrillo si lascia cadere, per il Sig. Roberto Russo di Salerno è calcio di rigore (vedi foto in basso). Dal dischetto va Colarusso che fissa il risultato sul 4 a 3 per i padroni di casa che ricevono con un mese d’anticipo un gradito dono natalizio.

Nola che torna a mani vuote e con tanti complimenti, cosa che a questo punto del campionato aumentano solo il rammarico e la rabbia che il lavoro settimanale ed i sacrifici societari vengano costantemente e ripetutamente infangati dalla superficialità e dall’impreparazione di chi dovrebbe avere un atteggiamento super partes ma che ai fatti non ha.

Zerrillo aggancia Schioppa e inizia a cadere

foto1

Schioppa spazza di testa ma per l’arbitro è rigore!