GIOCO FORZA 4: A SANT’AGNELLO VITTORIA SHOW

Il Nola rifila 4 gol al Sant'Agnello e vola a quota 40 punti in classifica in piena zona playoff

I bianconeri sotto 1-0 dopo 3’ rimontano e chiudono il match in 45’: nella ripresa arriva il sigillo di Scielzo

Mister Liquidato: “Vittoria dedicata al nostro Francesco Lenci, adesso testa e gambe al Valdiano”

Il Nola regala spettacolo e gol a grappoli. Come sette giorni fa con il San Vito Positano, i bianconeri calano un poker da applausi sul campo del Sant’Agnello al termine di un match molto combattuto. Con Schioppa e Sacco out per squalifica e Lenci fuori per un grave lutto familiare, il Nola ha sfoderato l’ennesima prestazione corale di qualità e quantità riuscendo a rimettere in piedi una partita caratterizzata dal vantaggio lampo del Sant’Agnello. Con questi 3 pesantissimi punti il Nola vola a quota 40 punti in classifica in piena zona playoff e domenica prossima allo Sporting Club (finalmente a porte aperte) arriverà il Valdiano.

Mimmo Olivieri, grande rientro a centrocampo per il Nola

Mimmo Olivieri, grande rientro a centrocampo per il Nola

Mister Liquidato si ritrova a Sant’Agnello con una difesa completamente inedita: al centro Mocerino e D’Abronzo; sulle fasce Falivene e Gioventù. In mezzo il rientrante Olivieri scortato da Falanga e Vaccaro mentre in attacco il solito tridente Scielzo, Zaccaro, Colonna. L’avvio di match è choc per il Nola. Un disimpegno sfortunato di Gioventù si trasforma in assist per Zarrella che si ritrova a tu per tu con Avino per il gol dell’1-0. Il Nola soffre per qualche minuto il pressing asfissiante dei padroni di casa ma prima con Scielzo e poi con uno straripante Colonna sfiora il pari. Al 28’ però i bianconeri trovano l’imbucata giusta: Zaccaro tocca per Vaccaro che spacca in due la difesa del Sant’Agnello e poi trafigge Stinga rimettendo in pari la sfida. Passano appena 4’ e il Nola raddoppia: angolo di Vaccaro e incocciata perfetta di D’Abronzo che, nel giorno in cui gioca in difesa, trova il primo gol in maglia bianconera. Il Nola gioca sul velluto, Colonna fa il bello e cattivo tempo sulla fascia destra garantendo copertura e qualità in attacco. Proprio sull’ennesimo spunto del laterale bianconero scaturisce il penalty poi trasformato da Zaccaro al 43’. Dopo l’intervallo, il Nola mette la ciliegina sulla torta con il solito Scielzo che pennella dal limite il tiro a giro che infila Stinga per la quarta volta al termine di un’esaltante galoppata in contropiede. 3’ dopo, il Sant’Agnello prova a riaprire il match trovando la rete su punizione con Palladino. Il Nola però resta concentrato e prova a pungere con Marotta, Improta, Tagliamonte (subentrati nella ripresa) Falanga e Vaccaro. Finisce 2-4, la zona playoff si tinge sempre più di bianconero.

“Volevamo dedicare questa vittoria al nostro Francesco Lenci che sta passando un momento terribile e ci siamo riusciti – ha dichiarato nel post gara mister Stefano Liquidato – abbiamo giocato bene restando sempre nel match soprattutto dopo il gol in avvio che avrebbe potuto ucciderci. Giocavamo con una difesa inedita eppure ho visto ottime cose sia a livello difensivo che a centrocampo. In attacco poi in questo momento, riusciamo a trovare la porta con una certa continuità e questo ci esalta. Adesso però dobbiamo restare concentrati – ha concluso Liquidato – perché domenica con il Valdiano ci giocheremo una chance importante per consolidare la zona playoff”.